Informazione

Preeclampsia

Preeclampsia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Cos'è la preeclampsia?

La preeclampsia è una complicanza della gravidanza che causa ipertensione, danni ai reni e altri problemi. È una condizione potenzialmente pericolosa per la vita che colpisce circa il 5% delle donne incinte negli Stati Uniti.

La preeclampsia potrebbe non causare sintomi evidenti, ma può comunque essere molto pericolosa per te e il tuo bambino, anche se ti senti bene. Il tuo medico ti controllerà la condizione ad ogni visita prenatale misurando la pressione sanguigna e, se è alta, testando le tue urine per le proteine.

La preeclampsia si sviluppa più comunemente durante l'ultimo trimestre, ma può verificarsi in qualsiasi momento nella seconda metà della gravidanza, durante il travaglio o anche fino a sei settimane dopo il parto.

In che modo la preeclampsia può influenzare me e il mio bambino?

La maggior parte delle donne che contraggono la preeclampsia la sviluppano vicino alle date di scadenza e se la cavano bene con le cure adeguate. Ma prima ce l'hai e più è grave, maggiori sono i rischi per te e il tuo bambino.

Ecco cosa può succedere:

  • La pressione alta e il flusso sanguigno ridotto possono influire sul fegato, i reni, il cervello e altri organi delicati.
  • Quando meno sangue scorre nell'utero, può causare problemi al bambino, come scarsa crescita, troppo poco liquido amniotico e distacco della placenta (quando la placenta si separa dalla parete uterina prima del parto).
  • Potrebbe essere necessario partorire in anticipo se la condizione è grave o in peggioramento. In questo caso il tuo bambino potrebbe subire gli effetti della prematurità.
  • Se non ben gestita, la preeclampsia può portare a complicazioni molto gravi come l'eclampsia (caratterizzata da convulsioni) e la sindrome HELLP, che colpisce il sangue e il fegato.
  • È noto che la preeclampsia aumenta il rischio di malattie cardiache più avanti nella vita.

Segni e sintomi di preeclampsia

La preeclampsia non sempre causa sintomi evidenti, soprattutto nelle fasi iniziali, e i sintomi possono anche variare da donna a donna. Alcuni segni di preeclampsia, come gonfiore, nausea e aumento di peso, possono sembrare normali disturbi della gravidanza, quindi è importante essere consapevoli di eventuali potenziali segnali di pericolo.

Il gonfiore insolito è il più comune, quindi chiama il tuo medico se:

  • Nota il gonfiore del viso o il gonfiore intorno agli occhi
  • Hai più di un leggero gonfiore alle mani
  • Avere un gonfiore improvviso o eccessivo dei piedi o delle caviglie
  • Guadagna più di 4 libbre in una settimana (spesso a causa della ritenzione idrica)

Nota: Non tutte le donne con preeclampsia hanno un evidente gonfiore o un notevole aumento di peso, e non tutte le donne con gonfiore o rapido aumento di peso hanno la preeclampsia.

Se si dispone di uno qualsiasi di questi segni premonitori di grave preeclampsia o sindrome HELLP:

  • Mal di testa grave o persistente
  • Cambiamenti della vista, inclusi visione doppia, sfocatura, macchie visive o luci lampeggianti, sensibilità alla luce o perdita temporanea della vista
  • Intenso dolore o tenerezza nella parte superiore dell'addome
  • Respirazione difficoltosa

Cos'è la sindrome HELLP?

Questa è una condizione pericolosa per la vita che si sviluppa nel 4-12% delle donne con preeclampsia. Alcune donne sviluppano HELLP senza una diagnosi di preeclampsia, quindi alcuni esperti pensano che sia una variazione della preeclampsia.

HELLP sta per:

  • Hemolysis (la ripartizione dei globuli rossi)
  • Efegato levato enzimi
  • Low piastrine (le cellule del sangue necessarie per la coagulazione)

Cos'è l'eclampsia?

In rare situazioni, la preeclampsia può portare a convulsioni, una condizione chiamata eclampsia. L'eclampsia può essere pericolosa per la vita sia per te che per il tuo bambino.

Le crisi possono essere precedute da sintomi come:

  • Mal di testa grave o persistente
  • Cambiamenti della vista, inclusa visione offuscata, macchie visive o sensibilità alla luce
  • Confusione mentale
  • Intenso dolore addominale superiore

Quali sono le cause della preeclampsia?

Gli esperti ritengono che la preeclampsia sia causata da un ridotto flusso sanguigno alla placenta e che molti casi in realtà iniziano all'inizio della gravidanza, ben prima che i sintomi diventino evidenti. Ciò potrebbe accadere se la placenta non riesce a impiantarsi correttamente nel rivestimento dell'utero e le arterie in quella zona non si dilatano come dovrebbero, il che significa che meno sangue raggiunge la placenta. Condizioni come l'ipertensione cronica e il diabete possono anche causare una riduzione del flusso sanguigno alla placenta.

Ci sono anche prove che i cambiamenti nel flusso sanguigno alla placenta innescano il rilascio di alti livelli di alcune proteine ​​placentari nel flusso sanguigno. Questo può innescare una complessa catena di reazioni che include:

  • Vasi sanguigni ristretti (che porta ad ipertensione)
  • Danni alle pareti dei vasi (che portano a gonfiore e proteine ​​nelle urine)
  • Volume di sangue ridotto
  • Cambiamenti nella coagulazione del sangue

Perché questo accade ad alcune donne e non ad altre non è completamente compreso e probabilmente non c'è un'unica spiegazione. Genetica, nutrizione, alcune malattie sottostanti, il modo in cui il tuo sistema immunitario reagisce alla gravidanza e altri fattori possono tutti svolgere un ruolo.

Fattori di rischio della preeclampsia

È più comune contrarre la preeclampsia durante la prima gravidanza. Tuttavia, una volta che hai avuto la preeclampsia, è più probabile che si sviluppi di nuovo nelle gravidanze successive. Più grave è la condizione e prima si manifesta, maggiore è il rischio.

  • Se hai avuto la preeclampsia proprio alla fine della tua precedente gravidanza, la possibilità che accada di nuovo è piuttosto bassa, circa il 13%.
  • Se hai sviluppato una preeclampsia grave prima delle 29 settimane di gravidanza, le tue possibilità di contrarla di nuovo potrebbero essere del 40% o anche superiori.
  • Se hai avuto la preeclampsia in due gravidanze precedenti, il tuo rischio di contrarla in una terza è di circa il 30%.

Altri fattori di rischio per la preeclampsia includono:

  • Avere una storia familiare di preeclampsia
  • Essere obesi (avere un indice di massa corporea di 30 o più)
  • Portare due gemelli o più
  • Avere meno di 20 anni o più di 35 anni
  • Avere fecondazione in vitro (IVF)

Alcune condizioni di salute rendono anche più probabile lo sviluppo della preeclampsia. Questi includono:

  • Ipertensione cronica o ipertensione gestazionale
  • Alcuni disturbi della coagulazione del sangue, come la trombofilia o la sindrome da antifosfolipidi
  • Diabete o malattie renali
  • Malattie autoimmuni, come il lupus

Se sei a rischio di preeclampsia, il tuo medico potrebbe programmare visite prenatali più frequenti nel terzo trimestre per monitorarti da vicino.

Come viene diagnosticata la preeclampsia?

Il tuo medico controllerà la pressione sanguigna alta e le proteine ​​nelle urine e potrebbe anche ordinare più test.

  • Ipertensione. La tua pressione sanguigna è considerata alta se hai una lettura sistolica di 140 o maggiore (il numero superiore) o una lettura diastolica di 90 o superiore (il numero inferiore). Poiché la pressione sanguigna cambia durante il giorno, avrai più di una lettura per confermare che è costantemente alta.
  • Proteine ​​nelle urine. Potresti avere un test una tantum che controlla il rapporto tra proteine ​​e creatinina (la creatinina è un prodotto di scarto che i tuoi reni dovrebbero filtrare). Oppure potresti dover raccogliere tutta la tua urina per 24 ore per controllare le proteine ​​totali.
  • Analisi del sangue. Se la preeclampsia è un problema, il medico prescriverà esami del sangue regolari, inclusi emocromo completo (CBC) e test per la funzionalità epatica e renale. Questi schermano anche per la sindrome HELLP.
  • Test di salute del bambino. Probabilmente avrai un'ecografia per controllare la crescita del tuo bambino, se non ne hai avuto uno di recente, e possibilmente un profilo biofisico o un test non stress per vedere come sta il tuo bambino.

Se ti viene diagnosticata la preeclampsia, tu e il tuo bambino sarete monitorati attentamente per il resto della gravidanza.

Come viene trattata la preeclampsia?

Farmaco

Ti verranno somministrati farmaci per abbassare la pressione sanguigna se è estremamente alta.

Se hai una preeclampsia grave, ti verrà somministrato un farmaco per via endovenosa chiamato solfato di magnesio. Questo per prevenire l'eclampsia (convulsioni). Il solfato di magnesio può avere effetti collaterali spiacevoli in alcune donne, tra cui nausea, sintomi simil-influenzali, affaticamento e sete.

riposo

Alcuni fornitori potrebbero consigliare di limitare le tue attività perché la tua pressione sanguigna sarà generalmente più bassa quando ti stai rilassando. Ma il riposo a letto completo, in cui sei costretto a letto per un periodo prolungato, aumenta il rischio di coaguli di sangue e non è raccomandato.

ricovero

Se in qualsiasi momento i tuoi sintomi indicano che la tua condizione sta peggiorando o che il tuo bambino non sta prosperando, sarai ricoverato in ospedale e probabilmente dovrai partorire presto. Non è insolito che la preeclampsia diventi più grave durante il parto, quindi sarai monitorato molto attentamente durante il parto.

Se ti viene diagnosticata una preeclampsia grave (tecnicamente chiamata "preeclampsia con caratteristiche gravi"), dovrai trascorrere il resto della gravidanza in ospedale. Potresti essere trasferito in un ospedale dove uno specialista in gravidanza ad alto rischio può prendersi cura di te.

Consegna

L'unico modo per "curare" la preeclampsia è partorire il bambino. Sarai indotto o partorito dal taglio cesareo se la tua preeclampsia sta peggiorando o il tuo bambino non sta prosperando, indipendentemente da dove ti trovi durante la gravidanza.

Se la tua condizione è stabile:

  • Se non hai ancora compiuto 37 settimane, la tua preeclampsia non è grave e il tuo bambino è in buone condizioni, probabilmente non avrai bisogno di partorire subito. Potresti rimanere in ospedale in modo da poter essere monitorato. Oppure potresti essere rimandato a casa dove potresti dover monitorare la tua pressione sanguigna.
  • Se hai 37 settimane o più, probabilmente sarai indotto, specialmente se la cervice sta iniziando a diradarsi e dilatarsi. (Avrai un taglio cesareo se ci sono segni che tu o il tuo bambino non sarete in grado di tollerare il travaglio.)

Se tu o il tuo bambino non state bene:

  • Se hai 34 settimane o più tardi potresti essere indotto o, in determinate situazioni, consegnato dal cesareo.
  • Se non sei ancora in 34 settimane, potresti ricevere corticosteroidi per aiutare i polmoni del tuo bambino a maturare più rapidamente. Se non partorisci immediatamente, sia tu che il tuo bambino sarete monitorati molto attentamente.

Dopo la consegna

Dopo la consegna, rimarrai sotto stretta supervisione per alcuni giorni. La maggior parte delle donne, specialmente quelle con preeclampsia meno grave, vedono la loro pressione sanguigna iniziare a scendere in un giorno o due. Nei casi più gravi, può rimanere elevato più a lungo.

Se la pressione sanguigna rimane alta, probabilmente ti verrà somministrato solfato di magnesio per via endovenosa per almeno 24 ore dopo il parto per prevenire le convulsioni. (Potrebbe anche essere necessario assumere farmaci per la pressione sanguigna a casa.)

E se sviluppassi la preeclampsia dopo il parto?

Se sviluppi la preeclampsia durante o dopo il travaglio, sarai monitorato attentamente. A seconda della tua situazione, potresti ricevere solfato di magnesio per prevenire convulsioni e farmaci per ridurre la pressione sanguigna.

A volte i casi di preeclampsia, eclampsia e sindrome HELLP si sviluppano dopo il parto, di solito entro le prime 48 ore ma fino a sei settimane dopo il parto.

Probabilmente avrai un controllo della pressione sanguigna di follow-up entro una settimana dalla dimissione dall'ospedale, ma se inizi a manifestare sintomi di preeclampsia o HELLP, come un forte mal di testa, un dolore in alto nell'addome o cambiamenti di la tua visione, contatta subito il tuo medico.

Puoi prevenire la preeclampsia?

La terapia con aspirina a basse dosi può prevenire la preeclampsia. Secondo le linee guida, le donne ad alto rischio possono iniziare a prendere aspirina a basso dosaggio dopo 12 settimane di gravidanza. Chiedi al tuo fornitore se questo è giusto per te - non prendere mai l'aspirina durante la gravidanza a meno che il tuo fornitore non lo consigli.

Oltre a questo, la cosa migliore che puoi fare è ottenere una buona assistenza prenatale e mantenere tutti i tuoi appuntamenti. Ad ogni visita, il tuo medico curante controllerà la tua pressione sanguigna. È anche importante conoscere i segni premonitori della preeclampsia in modo da poter allertare il medico e iniziare il trattamento il prima possibile.

Se non sei incinta, puoi provare a ridurre il rischio raggiungendo un peso sano e tenendo sotto controllo la pressione sanguigna. Se soffri di malattie croniche che aumentano il tuo rischio, come il diabete o il lupus, collabora con il tuo medico per gestirlo nel miglior modo possibile prima di rimanere incinta.

Scopri di più sulla preeclampsia

Chiama la Fondazione Preeclampsia al numero (800) 665-9341 o visita preeclampsia.org.

Visita il sito web della Society for Maternal-Fetal Medicine per maggiori informazioni e per trovare uno specialista MFM vicino a te.


Guarda il video: Postpartum Preeclampsia - You Are Still At Risk After Your Baby Is Born (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Chayson

    Non in esso un'essenza.

  2. Davis

    Bravo, che frase... un bel pensiero

  3. Eamon

    È un peccato, che ora non posso esprimere - è costretto a andarmene. Sarò rilasciato - esprimerò necessariamente l'opinione su questa domanda.

  4. Shelny

    Si può discutere all'infinito

  5. Lilian

    Questa è una condizionalità comune

  6. Ponce

    Mi dispiace, ma secondo me, hai torto. Sono sicuro. Cerchiamo di discuterne. Scrivimi in PM.



Scrivi un messaggio